Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione culturale

 

Cooperazione culturale

Il settore culturale costituisce uno dei pilastri della cooperazione italo - brasiliana. Da sempre Italia e Brasile evidenziano l’importanza della cultura come strumento di promozione e consolidamento delle reciproche relazioni, soprattutto in ambito accademico, lavorando insieme al rafforzamento degli strumenti per la promozione della cooperazione accademica, con particolare riferimento alla concessione di borse di studio, agli scambi di studenti e ricercatori universitari, e all’istituzione di cattedre e lettorati di italiano nelle università.

 

Il Brasile costituisce per l’Italia una “grandiosa scommessa culturale”: da più parti giunge la conferma di una sempre più forte domanda di lingua e cultura italiane, non più riconducibile solo alla comunità di italo – discendenti presenti nel Paese ma anche a un forte interesse del vasto pubblico brasiliano. Alcuni dati aiutano a capire la portata del fenomeno sopra descritto. Secondo l’Annuario Statistico del MAECI per l’anno 2018, in Brasile, nell’anno scolastico 2016-2017, più di 24.000 studenti hanno partecipato ai 1.499 corsi di lingua e cultura italiana organizzati dagli Istituti di Cultura e da enti privati locali. Se a tale dato aggiungiamo gli studenti che hanno frequentato corsi erogati anche da università, scuole paritarie e non, scuole locali, associazioni e scuole di lingua private (come riportato nel documento “L’italiano nel mondo che cambia – 2017”), il dato complessivo è di 70.381 studenti (di cui 26.899 sostenuti dal MAECI attraverso i contributi erogati per lettorati, Enti Gestori e corsi). Il Brasile ha fatto registrare un +4,96%, ciò che ci permette di apprezzare l’effetto delle politiche di promozione linguistica condotte nel Paese. il Brasile è tra i primi dieci Paesi per  umero di studenti che studiano italiano in Italia. Grazie poi alla partecipazione italiana al programma “Scienza senza Frontiere”, l’Italia è divenuta tra le principali destinazioni scelte dagli studenti brasiliani per il loro periodo di formazione all’estero. Dal 2013 al 2015 circa 4.000 studenti brasiliani si sono recati in Italia. In Brasile si registra una numerosa e qualificata presenza di ricercatori e docenti italiani attivi nel sistema accademico brasiliano. Gli oltre 800 accordi bilaterali siglati negli ultimi anni da università ed enti di ricerca italiani e brasiliani hanno consolidato la mobilità accademica bidirezionale.

 

A questa esigenza di lingua e cultura italiana, dettata da motivi di studio, di lavoro o semplicemente dall’interesse personale, l’Ambasciata sta rispondendo attivamente con una programmazione sempre più articolata, di qualità e ben veicolata, dedicando rinnovate risorse ed energie sia finanziarie sia umane alla politica culturale, e sostenendo fortemente una attività di approfondimento e di lancio di nuove iniziative, che hanno al centro la diffusione della nostra lingua e cultura.

 

Per maggiori informazioni, visitare la sezione STUDI, LINGUA E CULTURA ITALIANA.

 

Per maggiori informazioni sugli eventi promossi dall’Ambasciata, visitare la sezione EVENTI.


48