Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

ENTI GESTORI/PROMOTORI: PUBBLICAZIONE CIRCOLARE MINISTERIALE N. 4/2022 che disciplina in modo innovativo la materia dei corsi di lingua e cultura italiana.

Data:

13/10/2022


ENTI GESTORI/PROMOTORI: PUBBLICAZIONE CIRCOLARE MINISTERIALE N. 4/2022 che disciplina in modo innovativo la materia dei corsi di lingua e cultura italiana.

A seguito dell'entrata in vigore del Decreto Legislativo 64/2017 - che ha delineato un sistema integrato della formazione italiana nel mondo, comprensivo di scuole statali, scuole paritarie, scuole non paritarie, scuole straniere in cui si insegna italiano, corsi di lingua e cultura e lettorati - si è reso necessario un riesame e aggiornamento, in un’ottica innovativa e quanto più possibile promozionale, anche della circolare n. 13/2003, che ha fin qui disciplinato la materia dei corsi. La circolare n. 3/2020, giunta al termine di un percorso di ampia consultazione nonché dell'esperienza accumulata negli anni nell'applicazione della precedente circolare 13, è stata ulteriormente aggiornata con la Circolare 4/2022, che recepisce alcune istanze emerse dall’applicazione della precedente.

Tale documento inquadra in modo nuovo il rapporto tra MAECI, Sedi ed Enti in un'ottica di collaborazione e compartecipazione in specifiche attività e non più di supporto generale al bilancio e assistenza, passando così da una logica “di bilancio” (basata sull'anno solare) ad una logica progettuale (basata sull'anno scolastico). L’obiettivo di medio periodo sotteso al percorso intrapreso è di allargare la platea dei beneficiari dei contributi ex cap. 3153, coinvolgendo soggetti che operano in aree geografiche non necessariamente legate all'emigrazione storica italiana ma che possono offrire un terreno fertile alla promozione della lingua e cultura italiana.

La relativa modulistica, in corso di aggiornamento, sarà oggetto di pubblicazione successiva.

L’albo consolare, a cui è possibile registrarsi, risponde ad una duplice esigenza: chiarire le modalità di selezione e individuazione dei beneficiari del contributo ministeriale e, al tempo stesso, aprire il sistema a potenziali nuovi soggetti (sempre con la caratteristica di enti senza fini di lucro, stante il portato normativo sopra richiamato). L’albo, per sua natura, è regolato da meccanismi non solo di entrata, ma anche di uscita.

 

ISCRIZIONI ALL’ALBO CONSOLARE APERTE.

Alla luce di tale premessa, nel rispetto dei requisiti previsti dalla normativa italiana vigente in materia e secondo le modalità descritte nella menzionata Circolare di recente pubblicazione, nuovi Enti/Associazioni senza fini di lucro, costituiti in base al diritto locale, che intendano beneficiare dei contributi specifici previsti a valere sul cap. 3153 del Bilancio del MAECI, possono essere inseriti, a richiesta, nell’albo consolare presso l'Ambasciata d'Italia a Brasilia, a condizione che operino nella circoscrizione consolare di riferimento (Distrito Federal, Goiás, Tocantins, Amazonas, Roraima, Amapá e Pará).

Gli interventi in favore della diffusione della lingua e cultura italiana, di cui al D.Lgs 64/2017, svolti dagli Enti che richiedono l’iscrizione all’Albo devono risultare convincenti in termini di efficacia ed efficienza e rivolti ad utenti in età scolare, integrati al curricolo scolastico, extracurricolari o svolti presso le sedi degli Enti.

L’Albo consolare è aperto a tutti quegli Enti/Associazioni, in possesso dei prescritti requisiti della citata normativa italiana, anche a prescindere dall’intenzione di richiedere il contributo Ministeriale per lo svolgimento della propria azione di diffusione e promozione della lingua e cultura italiana.

Le attività che possono essere oggetto di contributo ministeriale attengono ai segmenti scolastici sino alla secondaria di secondo grado, superando così il precedente limite fino alla scuola media inferiore. Dal sostegno ministeriale rimangono esclusi i corsi per adulti, dal momento che esulano dal perimetro normativo di riferimento costituito dal D.lgs. n. 64/2017 sulla Scuola italiana all’estero.

Il Dirigente Scolastico di questa Ambasciata, dott.ssa Patrizia Magnasco, resta a disposizione per chiarimenti e approfondimenti all'indirizzo patrizia.magnasco@esteri.it 


1550