Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Convocazione formale

CONVOCAZIONE FORMALE

La convocazione formale per la presentazione della domanda di riconoscimento della cittadinanza italiana viene effettuata tramite raccomandata inviata, unitamente alle informazioni dettagliate, all’indirizzo indicato dal richiedente secondo l’ordine cronologico della lista attesa. È obbligo del richiedente mantenere l’indirizzo aggiornato.

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI RICONOSCIMENTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA

La documentazione deve essere presentata di persona esclusivamente dal titolare della domanda nel giorno e orario segnalato nella convocazione formale alla consegna della documentazione completa ed originale secondo le istruzioni trasmesse.

In tale occasione, dovrà essere pagato il contributo di 300 euro, previsto dalla Legge n. 89/2014, mediante carta di debito da parte di ciascun richiedente maggiorenne.

Il pagamento verrà effettuato in Reais in base al tasso di conversione Euro/Real corrente per il rispettivo trimestre.

Importante: In caso di mancata presentazione alla data indicata nella convocazione formale, la richiesta verrà archiviata e, caso sia ancora interessato, dovrà presentare una nuova richiesta di accesso alla lista di attesa per il riconoscimento della cittadinanza italiana.

 

IMPORTANTE

  • L’elenco dei traduttori giurati è disponibile sul sito web della “Junta Comercial” di ogni stato.
  • La validità dei documenti dei richiedenti è di 6 mesi. Tuttavia la documentazione relativa ai deceduti è indefinita.
  • Familiari con lo stesso ascendente e che presentino la domanda insieme, devono presentare una unica documentazione di ricostruzione.
  • Si consiglia di verificare tutte le informazioni anagrafiche (es. nome, cognome, data e luogo di nascita, età e altre informazioni presenti su tutti i certificati) avendo come riferimento i certificati di nascita, al fine di escludere ogni dubbio sull’identità e continuità della linea di discendenza.
  • Caso ci sia un discendente da donna italiana e padre non italiano nella linea di trasmissione della cittadinanza, avranno diritto al riconoscimento per via amministrativa, soltanto i figli nati dopo il 01/01/1948. I figli nati prima di questa data possono richiedere il riconoscimento della cittadinanza italiana solo attraverso un procedimento giudiziario in Italia.
  • Questa Cancelleria Consolare si riserva il diritto di richiedere ulteriori documenti qualora sorgano dubbi nel momento dell’analisi della documentazione.