Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

BANDO EXPO MILANO PER LE BEST PRACTICES IN MATERIA DI SICUREZZA ALIMENTARE

In occasione della firma del contratto di partecipazione dell’ONU all’Expo Milano 2015, che si è tenuta il 14 novembre scorso presso la sede della FAO di Roma, alla presenza dell’On. Ministro Emma Bonino, la Società Expo’ ha lanciato il bando internazionale per l’identificazione delle “Best Sustainable Development Practices on Food Security”. Il Bando e’ pubblicato nella seguente pagina web (www.feedingknowledge.net/best-practices), dove sono disponibili guide alla compilazione (“tutorial”) in tre lingue, oltre a un documento illustrativo di semplice lettura.

Il Bando internazionale offre un’occasione importante, di valenza globale, per far conoscere e divulgare interventi di successo che, in tutto il mondo, abbiano positivamente modificato condizioni precedenti, favorendo solidi presupposti di sviluppo sostenibile per la sicurezza alimentare. Le iniziative virtuose che saranno selezionate – ha sottolineato nel suo intervento il Commissario Unico per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala – saranno contenuto vivo e duraturo dell’Esposizione Universale, quale lascito sulla sicurezza alimentare per il mondo intero.

Il bando e’ supportato dal programma “Feeding Knowledge” che, in collaborazione con  METID – Politecnico di Milano e IAMB – Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari, porterà alla creazione di una rete scientifica internazionale di ricerca e innovazione sulla sicurezza alimentare, per condividere conoscenze e contribuire a identificare politiche e programmi che rispondano a criteri di sviluppo sostenibile.

Cinque gli ambiti prioritari cui dovranno far riferimento le attività candidate a diventare “Best Practices” dell’Esposizione Universale di Milano: gestione delle risorse naturali, miglioramento della qualità dei prodotti alimentari, dinamiche socio-economiche e mercati globali, sviluppo delle comunità rurali e di modelli di consumo sostenibile.

Le proposte potranno essere presentate fino al 30 aprile 2014 da enti e autorità locali o agenzie pubbliche, organizzazioni intergovernative e agenzie internazionali, organizzazioni, reti, ONG, associazioni, fondazioni pubbliche e private, imprese, enti di  ricerca e  organismi accademici e partnership pubblico-private.

I progetti ammessi a partecipare saranno pubblicati e promossi attraverso la piattaforma web della Società Expo (www.expo2015.org) e di Feeding Knowledge (www.feedingknowledge.net). Sarà poi una giuria internazionale, composta da esperti del mondo scientifico e delle istituzioni a valutarle e selezionarle in base a precisi criteri: innovazione, impatto sociale, impatto ambientale, concretezza, trasferibilità e replicabilità, apertura, attrattiva, sostenibilità e disseminazione.

Quindici Best Practice – tre per ogni ambito prioritario – avranno visibilità all’interno del sito espositivo, attraverso spazi e istallazioni dedicate nel Padiglione Tematico Zero, attraverso l’organizzazione di convegni e workshop, la realizzazione di materiali e strumenti di promozione e l’archiviazione nella piattaforma del programma Feeding Knowledge.