Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

MESSAGGIO DELL’AMICO E DELLA FAMIGLIA DI ROBERTO BARDELLA, TRAGICAMENTE SCOMPARSO A RIO DE JANEIRO

COMUNICATO DI RINO POLATO E DELLA FAMIGLIA BARDELLA-VIANELLO

Sono passati solo quattro giorni da quel tragico pomeriggio in cui, come un fulmine a ciel sereno, la vita di Roberto e la mia sono cambiate in modo devastante. Roberto ha perso la vita ed io ho perso, per sempre, la mia serenità.
Una cosa però rende meno pesanti questi tristi giorni di dicembre: il grande affetto e la immensa vicinanza che stanno dimostrando i brasiliani e, soprattutto, gli italiani residenti in Brasile che, con centinaia di affettuosi messaggi, ci stanno sostenendo e dimostrando il dolore che provano per quanto successo.
Le immagini del cartello sulla spiaggia di Rio, email, SMS e telefonate, stanno arrivando a tutte le ore, dimostrando che ciò che è successo non può essere preso come colpa di un popolo o di un Paese ma solamente di un gruppo di delinquenti che non rappresentano certamente tutti i brasiliani che, ripeto, hanno sempre accolto me e Roberto in modo fraterno e amichevole.
Attraverso il Consolato Generale d’Italia a Rio de Janeiro vorrei inoltrare questo messaggio di ringraziamenti mio e della famiglia del compianto Roberto Bardella a tutti gli italiani in Brasile e a tutti i brasiliani che meritano la stima e l’apprezzamento per l’affetto dimostrato.
Grazie a tutti e speriamo che la morte di Roberto serva, soprattutto ai giovani brasiliani, per capire che la violenza e l’odio non servono a nulla. Viaggiare, conoscere e guardare con occhi sempre curiosi le altre culture: questo è un messaggio da divulgare, per creare legami di amicizia e non violenza fra i diversi popoli del mondo.