Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

STUDIARE IN ITALIA: INIZIATIVA DI PRESENTAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO A BRASILIA – MERCOLEDÌ 15 MAGGIO, H. 16, SALA NERVI DELL’AMBASCIATA D’ITALIA A BRASILIA

Quali sono le opportunità di studio che il sistema universitario italiano offre agli studenti stranieri? Quali le norme per l’accesso degli studenti stranieri ai corsi universitari in Italia?

L’iniziativa “Studiare in Italia”, organizzata dall’Ambasciata d’Italia a Brasilia, presenterà l’offerta formativa del sistema accademico italiano, fornendo informazioni pratiche sulle procedure di iscrizione e sull’iter amministrativo per avviare un percorso di studi in Italia. Un paese al quale i ragazzi brasiliani guardano con grande interesse per i legami storici, economici, linguistici e culturali esistenti.

L’Italia attualmente ha un ruolo molto importante nell’ambito dell’istruzione superiore europea e internazionale. Nel presente, così come nel passato, può far forza su una forte struttura che permette di offrire agli studenti un’ottima formazione. Studiare in Italia dà anche la possibilità di venire a contatto con l’immensa cultura del nostro Paese.

Dalla fondazione della prima università moderna a Bologna nel 1088, l’Italia ha fornito un contributo determinante nello sviluppo della conoscenza nell’ambito delle scienze applicate grazie alla genialità di scienziati come Leonardo da Vinci e Galileo Galilei, padri fondatori del metodo scientifico. Successivamente, mentre si diffondeva il linguaggio dell’industrializzazione, Guglielmo Marconi pose le basi della moderna comunicazione wireless. Più di recente, in un mondo ormai consapevole dell’importanza svolta dal linguaggio informatico, l’Italia si è distinta sviluppando il primo computer messo in commercio, conosciuto come il P101. Pochi anni dopo il fisico italiano Federico Faggin inventò il primo microprocessore.

L’Italia dimostra la sua padronanza anche nel linguaggio della fisica, grazie a personalità eccezionali come Fabiola Giannotti, responsabile della recente scoperta del Bosone di Higgs, e delle neuroscienze, con la scoperta dei neuroni specchio da parte del neurofisiologo Giacomo Rizzolati.

Questi straordinari risultati sono frutto dell’altissimo livello del sistema d’istruzione italiano, basato su una solida preparazione teorica, su un metodo scientifico rigoroso e su un approccio creativo. Questi principi sono alla base dello sviluppo del pensiero critico e della flessibilità nella risoluzione di problematiche complesse. Il metodo di Maria Montessori e l’approccio Reggio Children sono dei punti di riferimento fondamentali nella didattica dell’infanzia, apprezzata e riconosciuta in tutto il mondo in oltre 20.000 scuole.

Tutto ha avuto inizio sotto i porticati delle università italiane, che hanno un’antica tradizione nei settori della ricerca e dell’innovazione tecnologica. In Europa, i ricercatori italiani sono ai primi posti per numero di pubblicazioni su riviste scientifiche specializzate, in particolar modo in settori quali biologia, scienze naturali, fisica, farmacia, medicina, matematica e informatica.

Grazie alle sue 61 vivaci università pubbliche, 30 università private e 11 enti pubblici di ricerca, corsi di laurea all’avanguardia, istituzioni AFAM (alta formazione artistica, musicale e coreutica) e 339 corsi impartiti in lingua inglese, in Italia potrai imparare molto di più di una lingua.

Con “Studiare in Italia” potrai conoscere in modo più approfondito la struttura e l’organizzazione del sistema di Istruzione Superiore italiano.

Evento em português. ENTRADA FRANCA sujeita à lotação. Para garantir a sua participação envie um e-mail com seu nome a eventos.brasilia@esteri.it (sua presença estará confirmada sem necessidade da nossa e-mail de resposta).

 

PROGRAMMA

H. 16.00: saluto dell’Ambasciatore Antonio Bernardini

H. 16.10: IL SISTEMA ACCADEMICO ITALIANO, a cura della Prof.ssa Patrizia Magnasco, capo ufficio scolastico dell’Ambasciata

H. 16.45: LE BORSE DI STUDIO OFFERTE DAL GOVERNO ITALIANO, a cura della Prof.ssa Patrizia Magnasco, capo ufficio scolastico dell’Ambasciata

H. 17.00: STUDIARE IN ITALIA: UNA TESTIMONIANZA DIRETTA, a cura della Prof.ssa Michelle Alvarenga, Responsabile Italiano senza Frontiere – MEC

H. 17:30: ITER AMMINISTRATIVO PER STUDIARE IN ITALIA: LA PREISCRIZIONE, a cura della dott.ssa Alessandra Crimi, capo ufficio culturale dell’Ambasciata

H. 18:00: IL RILASCIO DELLE DICHIARAZIONI DI VALORE, a cura della dott.ssa Luisa Fantini, ufficio culturale dell’Ambasciata

H. 18:30: LE PROCEDURE PER IL RILASCIO DEL VISTO DI STUDIO, a cura del dott. Giuseppe Patané, capo cancelleria consolare dell’Ambasciata