Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Moduli e casi particolari

Modulo richiesta certificato di stato civile

Albero genealogico

Modulo di dichiarazione di riconoscimento di un figlio di età inferiore a 14 anni

Modulo di dichiarazione di riconoscimento di un figlio maggiore di 14 anni

Atto di notorietà – Modulo richiesta trascrizione atto di divorzio giudiziale

Atto di notorietà – Modulo richiesta trascrizione atto di divorzio notarile

 

  • L’elenco dei traduttori giurati è disponibile sul sito web della “Junta Comercial” di ogni stato.
  • La validità dei documenti dei richiedenti è di 6 mesi. Tuttavia la documentazione relativa ai deceduti è indefinita.
  • Si consiglia di verificare tutte le informazioni anagrafiche (es. nome, cognome, data e luogo di nascita, età e altre informazioni presenti su tutti i certificati) avendo come riferimento i certificati di nascita, al fine di escludere ogni dubbio sull’identità e continuità della linea di discendenza.
  • Caso ci sia un discendente da donna italiana e padre non italiano nella linea di trasmissione della cittadinanza, avranno diritto al riconoscimento per via amministrativa, soltanto i figli nati dopo il 01/01/1948. I figli nati prima di questa data possono richiedere il riconoscimento della cittadinanza italiana solo attraverso un procedimento giudiziario in Italia.
  • Questa Cancelleria Consolare non fornisce assistenza in materia di ricerca genealogica, essendo obbligo del richiedente presentare la documentazione completa.

 

ISTRUZIONI PER LA RICHIESTA AL COMUNE ITALIANO DEGLI ATTESTATI DI STATO CIVILE (NASCITA, MATRIMONIO E MORTE)

Nella maggior parte dei casi sarà sufficiente ricercare il “Comune” italiano di riferimento, utilizzando un motore di ricerca, digitando la parola “Comune” e la rispettiva località. Una volta individuato il sito internet del suddetto “Comune” sarà necessario reperire i contatti del settore competente per lo stato civile (indicato di solito come “Ufficio Anagrafe”, “Ufficio Stato Civile” o “Ufficio Servizi demografici”), a cui dovrà essere inviata la richiesta del certificato originale.

Non si deve scrivere agli indirizzi di posta elettronica che contengano la parola “PEC” o la parola “Certificata”, in quanto questo tipo di contatto non accetta la posta ordinaria.

 

CERTIFICATI ESTERI

Nel caso in cui vi sia un atto di Stato Civile rilasciato al di fuori del territorio brasiliano o italiano, dovrà essere presentato il certificato estero in originale con riconoscimento del Consolato Italiano competente e traduzione direttamente dalla lingua straniera all’italiano, salvo legalizzazione e/o traduzione in base ad accordi, convenzioni internazionali o disposizioni comunitarie. Si consiglia di consultare le istruzioni presso l’ufficio consolare italiano competente (dove è stato rilasciato il certificato).

Questo Ufficio Consolare non accetta un certificato brasiliano rilasciato sulla base di un certificato estero, cioè trascrizione o trasferimento.

 

CASO DI FIGLI NATI PRIMA O FUORI DAL MATRIMONIO

Tale condizione, secondo l’ordinamento italiano, non impedisce la trasmissione della cittadinanza.

Nel caso in cui l’atto di nascita riporti entrambi i genitori come dichiaranti, è sufficiente presentare l’atto di nascita integrale (“inteiro teor”), in originale (con l’Apostille d’Aia) e una traduzione giurata in lingua italiana (anch’essa con l’Apostille d’Aia).

Nel caso in cui l’atto di nascita riporti come dichiarante uno solo dei genitori, se il figlio ha meno di 14 anni, è necessario che il genitore non dichiarante firmi un atto notarile brasiliano (“declaração pública de reconhecimento de maternidade/paternidade”) fatto presso un Ufficio Notarile.

Modulo di dichiarazione di riconoscimento di un figlio di età inferiore a 14 anni

Se il figlio ha già compiuto 14 anni, deve essere presente al momento della firma dell’atto notarile, unitamente al genitore non dichiarante nel suo certificato, esprimendo di essere d’accordo con la dichiarazione del genitore. L’atto pubblico deve essere corredato di Apostille d’Aia e traduzione giurata in lingua italiana (anch’essa con Apostille d’Aia).

Modulo di dichiarazione di riconoscimento di un figlio maggiore di 14 anni

Attenzione: se il figlio viene riconosciuto dal genitore che gli trasmette la cittadinanza italiana dopo la maggiore età, il figlio ha un termine legale non prorogabile di un (1) anno dalla suddetta data di riconoscimento per sottoscrivere un documento specifico in questo Ufficio Consolare per l’elezione della cittadinanza italiana, ai sensi della Legge n. 91 del 05/02/1992; in caso contrario, non avrà diritto alla cittadinanza italiana. Si consiglia, pertanto, al maggiorenne che deve farsi riconoscere da un genitore italiano che gli trasmette la cittadinanza italiana, di farlo solo dopo l’analisi della documentazione da parte di questo Ufficio Consolare, previa prenotazione e pagamento della quota prevista, al fine di evitare la scadenza del termine previsto dalla legge.