Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITATI DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO – RINVIO ELEZIONI E PROROGA TERMINI DI PRESENTAZIONE DOMANDA DI ISCRIZIONE IN ELENCO ELETTORALE

ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITATI DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO
RINVIO ELEZIONI E PROROGA TERMINI DI PRESENTAZIONE DOMANDA DI ISCRIZIONE IN ELENCO ELETTORALE




Si informa che nella Gazzetta Ufficiale n. 268 del 18 novembre 2014 è stato pubblicato il decreto-legge 18 novembre 2014, n. 168 che dispone il rinvio al 17 aprile 2015 delle elezioni per il rinnovo dei Comites, già indette per il 19 dicembre 2014, e la proroga al 18 marzo 2015 del termine utile per fare pervenire agli Uffici consolari la richiesta di iscrizione all’elenco elettorale per l’esercizio del diritto di voto per le elezioni dei Comites.

Il rinvio tiene conto dell’esigenza di garantire la più ampia partecipazione alle votazioni da parte dei cittadini all’estero e di accordare un termine più ampio per esprimere la volontà di partecipare al voto secondo la disciplina recentemente introdotta.
Si attira l’attenzione sul fatto che il citato decreto-legge 168/2014, benché avente forza di legge dalla sua pubblicazione, è soggetto a conversione parlamentare e quindi potrà, in tale sede, essere modificato.

In occasione delle prossime elezioni per il rinnovo dei Com.It.Es.il diritto di voto verrà esercitato per corrispondenza con invio del plico elettorale ai SOLI elettori, in possesso dei requisiti di legge, che facciano espressa richiesta all’Ufficio consolare di riferimentodi iscrizione nell’elenco elettorale. Le richieste dovranno pervenire agli Uffici consolari entro il 18 marzo 2015. Sono fatte salve le richieste di iscrizione nell’elenco elettorale già presentate.

Le domande di iscrizione nell’elenco elettorale per l’ammissione al voto per l’elezione dei Com.It.Es., firmate dal richiedente,possonoesserepresentatepersonalmente all’Ufficio consolare di riferimento,oppure inviate al medesimo ufficio per posta, fax, posta elettronica o posta elettronica certificata, allegando copia non autenticata del documento di identità del richiedente, comprensiva della firma del titolare.