Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Adozioni

ADOZIONI INTERNAZIONALI

 

INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE

Gli aspiranti all’adozione che abbiano ottenuto il decreto di idoneità dell’Autorità centrale italiana devono conferire l’incarico a curare la procedura di adozione agli Enti autorizzati, che svolgono tutte le pratiche necessarie nel Paese di origine del minore.

In caso di esito positivo, la Commissione per le Adozioni Internazionali rilascia la “AUTORIZZAZIONE ALL’INGRESSO E ALLA RESIDENZA PER ADOZIONE”.

 

PROCEDURA PER IL RILASCIO DEL VISTO D’INGRESSO

Rilasciata la summenzionata Autorizzazione, il legale rappresentante dell’Associazione dovrà mettersi in contatto con l’Ufficio Consolare, con congruo anticipo rispetto alla data di rientro della famiglia in Italia, al fine di fissare il giorno di ricevimento per l’ulteriore concessione del visto d’ingresso per adozione.

La pratica di visto viene evasa nel minor tempo possibile, per venire incontro alle esigenze della famiglia.

 

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per ulteriori informazioni sulle adozioni internazionali, è opportuno consultare la SCHEDA PAESE BRASILE predisposta dalla competente COMMISSIONE PER LE ADOZIONI INTERNAZIONALI istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

 

LEGISLAÇÃO APLICÁVEL

Convenzione Aja 29 maggio 1993

Legge 184/1983

Legge 149/2001